Facebook Messenger batte Whatsapp e si prende una rivincita su Telegram con il nuovo aggiornamento e le 3 novità esclusive della versione in arrivo!

Facebook Messenger, Whatsapp e Telegram sono il Triangolo delle Bermuda delle applicazioni mobile di messaggistica. Facile perdersi tra funzioni accattivanti e promesse di aggiornamenti favolosi…

“The future is private”, il futuro è privato. È questo lo slogan scelto da Mark Zuckerberg per il suo keynote di apertura della conferenza F8, appuntamento annuale durante il quale circa 5.000 sviluppatori, creativi e investitori si ritrovano a San Jose, California, per ricevere notizie sul futuro dei servizi del gruppo Facebook: Messenger, Instagram, WhatsApp e, ovviamente, il social blu. Che tanto blu non sarà più visto che uno dei cambiamenti più evidenti annunciati da Zuckerberg all’F8 è proprio la nuova grafica di Facebook, che per la prima volta non vede più la presenza dell’iconica barra blu.

Le novità, però, non si limitano alla sola grafica di Facebook ma interessano tutto l’ecosistema che gira intorno al social. L’annuncio delle novità in arrivo è arrivato di soppiatto per poi essere prontamente rimosso dallo sviluppatore. Che sia sia trattata di una svista? Non lo sappiamo. Ecco cosa abbiamo:

  • Project LightSpeed: meno di due secondi dal click alle chat. Non ci sarà alcuna rinuncia. Viene ottimizzato il codice che offre ancora le medesime funzioni complete che stiamo utilizzando. Non avremo una nuova versione Lite ma un bagaglio di funzioni completo che riduce drasticamente il tempo di apertura dell’app.
  • Windows 10 e macOS: Facebook Messenger arriverà su Mac (e Windows) entro la fine dell’anno come app autonoma. offrirà le stesse funzionalità della versione mobile, inclusa la chat di gruppo e i video. “Le persone vogliono inviare messaggi senza problemi da qualsiasi dispositivo”, avrebbe dichiarato il team di Facebook che si sta occupando dell’operazione in un post pubblicato prematuramente. “Potrai scaricare Messenger Desktop e goderti le stesse funzioni sul tuo telefono, come videochiamate di gruppo, collaborare a progetti mentre chatti. Lo stiamo testando ora e lo lanceremo a livello globale entro la fine dell’anno”.
  • Esperienza Video Condivisa: questa è una funzione di cui si era già parlato in passato. Google l’aveva pensata con Uptime e Facebook la riporta in sella con una sperimentazione ad hoc ed un apposita funzione in previsto rilascio. Consisterà in una finestrella che mostra l’interlocutore in basso e la possibilità di commentare i video in riproduzione diretta.

Arriverà inoltre la possibilità di scambiarsi messaggi “cross-app (da Messenger a Instagram Direct, ad esempio), verrà riscritta da zero l’app di Messenger e, come annunciato in apertura da Zuckerberg ci sarà un focus sulla privacy. Quest’ultima dichiarazione, però, come sempre quando si parla di Facebook va presa con le dovute cautele: per “privato” Zuckerberg intende un futuro in cui la maggior parte dei messaggi e dei contenuti non verranno più scambiati sulla home del social tra “quasi perfetti sconosciuti” ma all’interno dei gruppi. Con questa mossa, quindi, Facebook vuole dare seguito alla strategia lanciata a fine 2018 quando Zuckerberg annunciò che i contenuti visualizzati dagli utenti sarebbero stati, a breve, sempre più provenienti da cerchie ristrette come i gruppi e sempre meno da pagine pubbliche di aziende.

La nuova interfaccia di Facebook 2019

Il social blu diventa bianco, o quasi. La nuova interfaccia di Facebook, che verrà rilasciata entro i prossimi mesi, è molto più chiara e focalizzata sulla nuova strategia. Via il blu che caratterizza Facebook dal lontano 2004 in favore di bianco e grigio (molto più gestibili anche in vista del tema scuro). La versione desktop di Facebook avrà ancora tre colonne, ma la user interface sarà molto più pulita ed essenziale: in alto una nuova barra bianca con la casella di ricerca, le icone per accedere alle varie funzionalità e le impostazioni, a sinistra una colonna in cui spiccano i nostri gruppi principali e gli eventi, al centro i contenuti che cambiano se clicchiamo su un gruppo e a destra una colonna con un box di suggerimenti su nuovi gruppi e nuovi contatti seguito dalla lista dei nostri contatti. La funzionalità “Meet new friends” ci proporrà nuovi amici in base agli interessi comuni, mentre gli eventi verranno visualizzati su una mappa, sempre nella colonna a destra.

Messenger, il debutto nel 2019

Alla conferenza F8 Facebook ha annunciato che l’app di Messenger verrà completamente riscritta: sarà molto più veloce e leggera e debutterà a fine anno portando anche la possibilità di guardare video insieme ai propri contatti. Potremo condividere un video trovato sul nostro stream di Facebook con i nostri contatti Messenger e guardarlo e commentarlo insieme. Tutto ciò creerà un enorme valore per Facebook: il social si trasforma in una piattaforma di streaming video dove si generano conversazioni private sui video, una cosa che potrebbe fare gola alle grandi case di produzione di serie TV, show e film. Arriverà anche una app Messenger per desktop, risposta del gruppo Facebook a Telegram, che funzionerà su Windows e macOS e permetterà di fare videochiamate di gruppo e collaborare su progetti condivisi mentre ci si scambia messaggi. La frequenza con cui ci scambiamo messaggi con determinati contatti influirà maggiormente sulla quantità di storie e contenuti di quei contatti che vediamo poi nella home di Facebook. Arriveranno, infine, nuovi strumenti per le aziende da veicolare tramite Messenger come la possibilità di creare questionari collegati alle pubblicità, di prendere direttamente da Messenger appuntamenti con negozi fisici come le concessionarie automobilistiche e molto altro.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *